Il Tecnigrafo: cos’è e quale scegliere

Cos’è il Tecnigrafo

Il tecnigrafo è uno strumento per il disegno tecnico professionale, dotato di barre di scorrimento ortogonali e di goniometro ad angolo regolabile, con una coppia di righe da tecnigrafo millimetrate, ancorato al piano di lavoro di un tavolo da disegno con appositi attacchi. Con la definizione di tecnigrafo si identifica quindi nello specifico lo strumento tecnico professionale per il disegno, da non confondere con il tavolo da disegno, e da non confondere con il parallelografo, uno strumento semi professionale per il disegno, dotato di una riga a scorrimento parallelo e di carrucole.

Il tecnigrafo è quindi formato da alcune parti tecniche principali: le barre di scorrimento e gli attacchi al piano, i carrelli di scorrimento, il goniometro, le righe. Altra componente tecnica importante in un tecnigrafo è il bilanciamento a contrappeso, presente nei modelli professionali e semi professionali, e i sistemi di bloccaggio, che possono essere più o meno complessi, a seconda del livello di gamma del tecnigrafo stesso: professionale, semi professionale, scolastico. A richiesta i tecnigrafi possono essere dotati di lampada da disegnatore, dotata di bracci regolabili predisposti per l’utilizzo con piano di lavoro in posizione inclinata e verticale.

Come funziona un Tecnigrafo

Il tecnigrafo è fissato al piano da disegno con la barra superiore di scorrimento orizzontale tramite attacchi a viti o con morsetti. All’interno della barra orizzontale scorre un carrello con cuscinetti a sfere rivestiti di materiale plastico ad alta scorrevolezza. Il carrello orizzontale è fissato alla barra di scorrimento verticale, in modo da consentire i movimenti laterali del goniometro. Il goniometro è fissato al carrello inserito all’interno della barra di scorrimento verticale. Anche il carrello di scorrimento verticale è dotato di cuscinetti a sfere rivestiti di materiale plastico ad alta scorrevolezza. Il carrello verticale è fissato al goniometro, in modo da consentirne i movimenti verso l’alto e il basso. La combinazione di movimenti verticale e orizzontale consente di spostare il goniometro negli assi X e Y con precisione.

I movimenti possono essere bloccati con appositi blocchi o freni, e il movimento verticale del goniometro può essere bilanciato con un cotrappeso, che scorre all’interno della barra verticale con un movimento coordinato a quello del carrello, tramite cavi e carrucole interne. Il bloccaggio dei movimenti di scorrimento è effettuato tramite leve che attuano un bloccaggio o un freno. Il goniometro è dotato di snodo per un preciso appoggio al piano di lavoro, e tramite la pressione del pulsante principale può essere ruotato da 0 a 360°, e bloccato automaticamente ogni 35° oppure manualmente ad un angolo intermedio qualsiasi.

Le righe da tecnigrafo sono montate sui bracci ortogonali del goniometro. Le righe hanno appositi attacchi al goniometro che consentono, dopo una semplice procedura di verifica, di essere facilmente regolate in perfetta ortogonalità, per un disegno preciso ed efficace. (Per conoscere come si effettua la procedura di verifica di ortogonalità di un tecnigrafo, scrivi a: info@emmeitalia.com).

Quale modello di Tecnigrafo scegliere

Nella scelta di un tecnigrafo va considerata prima di tutto la dimensione dei fogli in cui solitamente si disegna. Il goniometro del tecnigrafo occupa infatti parte della superficie di lavoro (indicativamente 20 cm in entrambi gli assi) quindi deve essere scelto un tecnigrafo e un relativo tavolo da disegno con dimensioni circa 20 cm superiori al formato disegno utilizzato.

I vari modelli di diversa gamma, professionale, semi professionale, scolastico, hanno caratteristiche tecniche differenti, in particolare i modelli di fascia superiore hanno maggiori possibilità di regolazione, goniometro con impugnatura più ampia e comoda, sistemi di bloccaggio più comodi ed efficaci. I modelli di fascia inferiore possono avere regolazioni limitate, assenza di bloccaggio nell’asse orizzontale, assenza di contrappeso di bilanciamento del goniometro.

Nuovo e usato, quale scegliere

Il tecnigrafo ha perso la sua centralità come strumento di progettazione con l’avvento dei sistemi informatizzati CAD, ma mantiene una importante valenza didattica ed è il compagno di lavoro ideale per i professionisti progettisti che prediligono dare forma alle idee su strumenti cartacei con il disegno manuale. La produzione di tecnigrafi si è notevolmente ridimensionata in questi anni e rimangono pochi produttori al mondo di questo strumento di disegno professionale, tra questi, Emme Italia.

Molti studenti e professionisti decidono di attingere dal mercato dell’usato per l’acquisto del loro tecnigrafo, scelta senza dubbio condivisibile per poter accedere con un prezzo competitivo ad uno strumento professionale altrimenti costoso. Va però sottolineata l’importanza di scegliere il giusto tecnigrafo (e tavolo da disegno) nel mercato dell’usato.

Molte aziende hanno dismesso la produzione di tavoli da disegno e tecnigrafi da molti anni, e la disponibilità di ricambi per la manutenzione o la messa in uso di un tavolo da disegno con tecnigrafo usato è molto scarsa. Per un acquisto intelligente nel mercato dell’usato va valutata quindi la disponibilità di ricambi, prediligendo tavoli da disegno e tecnigrafi di aziende quali Emme Italia, Bieffe o Tecnostyl, tuttora attive nel mercato del disegno tecnico professionale.

L’alternativa: il Parallelografo

Un alternativa più economica al costoso tecnigrafo è il parallelografo, formato da una riga a movimento parallelo al piano di lavoro, che scorre con cavi incrociati e carrucole, da utilizzare in abbinamento alle classiche squadrette da disegno. Il parallelografo è molto utilizzato in particolare nei paesi anglosassoni, sia per l’utilizzo didattico che professionale.

Tecnigrafi Emme Italia e ricambi Bieffe Zucor

Emme Italia produce tavoli da disegno, tecnigrafi e parallelografi in Italia. Emme Italia ha inoltre disponibilità di ricambi per tecnigrafi, in particolare di produzione Bieffe e Zucor. Per maggiori informazioni sulla produzione di tecnigrafi o sulla disponibilità di ricambi, è possibile contattare questo indirizzo email: info@emmeitalia.com