Come abbinare tavoli e sgabelli regolabili

Abbinare tavoli e sgabelli in base all’altezza

Per abbinare tavoli e sgabelli regolabili in modo corretto è necessario prendere in considerazione alcune informazioni fondamentali. Tra queste la più importante è senza dubbio l’altezza.

L’altezza standard di un tavolo da cucina o di una scrivania da ufficio è normalmente di 75 cm circa. L’altezza standard della seduta di una sedia è normalmente di 45 cm circa. La differenza tra le altezze della seduta e del tavolo, risulta quindi di 30 cm.

Se vogliamo abbinare uno sgabello a un bancone lettura oppure a un tavolino da bar alti comunemente 105 cm circa, si dovrà scegliere uno sgabello con seduta alta circa 75 cm. Anche in questo caso la differenza di altezza è pari a 30 cm.

La differenza di altezza di 30 cm risulta quindi molto importante per aiutarci ad abbinare correttamente un tavolo e una sedia o un bancone e uno sgabello, soprattutto se si tratta di tavoli o sgabelli regolabili.

Sgabelli bar e tavolino alto per arredo bar e cucina

Altro elemento importante da prendere in considerazione è l’ingombro a terra dei tavoli e degli sgabelli da abbinare.

Gli sgabelli a 4 gambe ad altezza fissa sono normalmente destinati all’arredo per la casa o la ristorazione. L’ingombro a terra molto regolare di questa tipologia di sgabelli consente di gestire facilmente l’impilabilità degli sgabelli stessi, permettendo anche di valutare con semplicità eventuali incompatibilità con la struttura del tavolo o del bancone a cui andranno abbinati.

Se si sceglie invece uno sgabello a 5 gambe o con base a 5 razze, tipicamente usato come sgabello laboratorio nelle scuole o come sgabello ufficio, va considerata la non impilabilità degli sgabelli stessi e le possibili incompatibilità tra le strutture degli sgabelli e le strutture dei tavoli, che potrebbero urtare tra loro durante l’utilizzo.

Scopri le nostre collezioni di sgabelli

Tavoli e sgabelli regolabili in altezza

Per abbinare tavoli ad altezza fissa e sgabelli regolabili è necessario applicare la regola dei 30 cm alle altezze della seduta e del piano di lavoro. In questo caso, essendo le sedute regolabili, deve essere considerata la misura di 30 cm come misura media di riferimento.

Vediamo alcuni esempi:

  • ad un tavolo alto 75 cm, possiamo abbinare una sedia regolabile da 40 a 50 cm circa
  • ad un bancone alto 105 cm, possiamo abbinare uno sgabello regolabile da 60 a 80 cm circa

Tavolo con sgabello regolabile per uffici e laboratori

Questo principio si può utilizzare anche per abbinare tavoli regolabili e sgabelli regolabili, ad esempio:

  • ad un tavolo regolabile da 70 a 90 cm, possiamo abbinare uno sgabello regolabile da 40 a 60 cm circa
  • ad un tavolo regolabile da 90 a 110 cm, possiamo abbinare uno sgabello regolabile da 60 a 80 cm circa

C’è da considerare il fatto che la regolazione in altezza degli sgabelli con sistema a vite ha normalmente un’escursione minore rispetto alle regolazioni pneumatiche con pistoncino a gas. Potrebbe essere quindi necessario sacrificare in qualche caso le regolazioni nelle altezze più basse o più alte a seconda della destinazione d’uso principale del posto di lavoro.